Alimentazione, 5 cibi che stimolano l’intelligenza

Home > Alimentazione, 5 cibi che stimolano l’intelligenza

Alcuni cibi della nostra alimentazione, rispetto ad altri, sono conosciuti per determinate qualità in grado di stimolare l’intelligenza di chi li mangia.

Stando ad alcune ricerche scientifiche, infatti, alcuni alimenti rispetto ad altri permettono di migliorare la memoria, la prontezza del ragionamento e anche la capacità di attenzione.

La nostra invidiata dieta mediterranea sembrerebbe favorire la conservazione al meglio di tutte le capacità celebrali. Un primato che non hanno le abitudini alimentari di altri popoli come inglesi, tedeschi o americani.

Rispettare una dieta sana, quindi, contribuisce anche a fornire all’organismo una maggiore energia, che rappresenta un elemento essenziale per mantenersi in forma.

Sebbene questi cibi siano tantissimi, ne sono stati scelti solamente 5, che, se inseriti in una corretta alimentazione, aiutano a sfruttare al massimo le potenzialità del proprio cervello.

Mandorle

Il consumo delle mandorle è un cibo particolarmente consigliato quando si è a dieta. Oltre a favorire un dimagrimento salutare, grazie al loro contenuto di vitamina E, questa frutta è ritenuta ottima per migliorare le capacità di apprendimento e di memoria.

Ceci nell’alimentazione

I ceci, oltre ad essere una pietanza deliziosa, contribuiscono ad alimentare il cervello e a mantenerci svegli. Il merito è sicuramente da attribuire alla presenza di notevoli quantità di magnesio, considerato uno dei principali ricettori delle cellule del cervello e che permette di velocizzare la trasmissione dei messaggi neuronali. Il magnesio, inoltre, permette ai vasi sanguigni di rilassarsi, portando quindi una maggiore affluenza di sangue al cervello.

Pesce

Come noto, anche il pesce rientra tra i cibi che contribuiscono a donare intelligenza. E’ ricco di vitamine del gruppo B e contenente i grassi buoni conosciuti come Omega 3, importantissimi per lo sviluppo del sistema nervoso. Queste sostanze sono particolarmente contenute nel pesce azzurro di piccole dimensioni come sgombri, sardine o alici.

Frutta e verdura di stagione

Mangiare la frutta di stagione permette di introdurre nel proprio organismo molti sali minerali e antiossidanti, noti per essere un antidoto naturale contro i radicali liberi, che sono ritenuti i responsabili dell’invecchiamento cerebrale. Questi principi nutritivi, però, restano presenti solamente nel caso in cui la verdura o la frutta maturino naturalmente, senza additivi e senza che vengano conservate in una cella frigorifera.

Cioccolato fondente

Il cioccolato, si sa, è uno dei piaceri indiscussi della vita. Un pezzettino di cioccolato fondente al giorno, oltre che a non far ingrassare, contribuisce anche a mantenere il cervello sveglio e reattivo. Questo è dovuto alla presenza dei flavonoidi, grazie ai quali il cioccolato fondente migliora l’umore, contrasta lo stress, rafforza il sistema immunitario e la memoria.




Potrebbe anche interessarti

dieta
Capodanno, cosa cucinare per rendere il cenone light

Le festività di dicembre sono così: non si fa in tempo ad aver terminato con…

dimagrire dopo le feste
Dieta dopo le feste natalizie, come depurarsi

Le grandi abbuffate dell’appena terminato Natale sembrano già essere un lontano ricordo, se non fosse…

dieta per dimagrire
Trucchi per dimagrire in fretta e in salute

Con l’imminente arrivo dell’anno nuovo nella lista dei buoni propositi, proprio a fianco dell’iscrizione in…