Perché si ingrassa? La colpa non è solo del cibo

Home > Perché si ingrassa? La colpa non è solo del cibo

Spesso il cibo non è l’unico fattore che contribuisce alla difficile perdita di peso. Può capitare, durante un percorso dietetico, di non riuscire a vedere la lancetta della bilancia scendere. Questo è dovuto al fatto che, oltre ai cibi, esistono altri fattori responsabili di uno stazionamento di peso o addirittura di un suo improvviso aumento.

Solitamente queste cattive abitudini sono facilmente risolvibili: basterà semplicemente prestare attenzione alle abitudini sbagliate. Dopotutto, riuscire a mantenere un buon controllo del peso forma, è un impegno che richiede costanza e energia.

Stress

Lo stress è una delle cause principali che contribuiscono all’aumento del peso. Quando si vivono dei periodi particolarmente stressanti, infatti, si inizia a sentire la necessità di ingerire maggiori quantità di cibo, scelta questa non propriamente salutare, specialmente perché si finisce per mangiare cibi ricchi di zuccheri e grassi.

Se non dovesse essere possibile placare l’ansia attraverso una buona attività fisica, si potrà cercare di limitare i danni provando a bere un bicchiere d’acqua o di tè, senz’altro più salutari di un dolcetto.

Bere poco

Bere poca acqua è un altro problema che può impedire di perdere peso. Può capitare, infatti, di non sentire la necessità di idratare il proprio corpo. Nulla di più sbagliato: in questo modo i reni lavoreranno più lentamente e porteranno inevitabilmente ad un accumulo maggiore di tossine in tutto l’organismo. Assolutamente da evitare sono invece le bevande gassate o alcoliche: il loro utilizzo smodato può portare a un indesiderato aumento del peso.

Mangiare nei momenti sbagliati

Per dimagrire bisogna rispettare un particolare percorso alimentare in grado di portare ad un corretto stile di vita. Tra queste sane abitudini alimentari non è mai indicato (anzi è vivamente sconsigliato) mangiare poco prima di andare a dormire. Che si tratti del sonnellino pomeridiano o di quello notturno poco importa: il cibo tenderà ad essere digerito lentamente, contribuendo ad un aumento di peso.

Un altro errore comune riguarda il mangiare davanti a fonti di distrazione: che sia un telefono, la tv o il pc è irrilevante: avere la mente impegnata su altro farà tornare la fame poco dopo, favorendo quindi un incremento di calorie non necessarie e non richieste dal nostro organismo.

Prestare attenzione a questi piccoli fattori, per quanto possa sembrare irrilevante, se associato ad un corretto regime alimentare, permetterà di riuscire a vedere la lancetta della bilancia scendere.




Potrebbe anche interessarti

dieta
Capodanno, cosa cucinare per rendere il cenone light

Le festività di dicembre sono così: non si fa in tempo ad aver terminato con…

dimagrire dopo le feste
Dieta dopo le feste natalizie, come depurarsi

Le grandi abbuffate dell’appena terminato Natale sembrano già essere un lontano ricordo, se non fosse…

dieta per dimagrire
Trucchi per dimagrire in fretta e in salute

Con l’imminente arrivo dell’anno nuovo nella lista dei buoni propositi, proprio a fianco dell’iscrizione in…