Sonnolenza dopo i pasti, cosa mangiare per evitarla

Home > Sonnolenza dopo i pasti, cosa mangiare per evitarla

Se dopo ogni pasto si è colti da forte sonnolenza, vuol dire che durante il pranzo o la cena non si è mangiato abbastanza correttamente. Diversi studi hanno infatti dimostrato una correlazione tra l’improvvisa voglia di dormire e il desiderio di fare un riposino nel letto.

Questo fenomeno è causato dalla ipoglicemia reattiva. Nel nostro organismo, quindi, si presenta un fenomeno molto simile a quello del diabete, provocando di veri e propri picchi insulinici che aumentano in presenza di carboidrati raffinati o zuccheri semplici. Non appena ingeriti queste pietanze, che possono essere pasta bianca, brioches, biscotti, la glicemia plasmatica tende momentaneamente ad alzarsi in quanto tutti gli zuccheri ingeriti arrivano nel sangue, iniziando il naturale processo dell’ormone. Quando questi alimenti vengono assunti nelle quantità sbagliate, però, la glicemia tende a fare fatica nel tornare ai livelli prestabiliti, causando la famosa sonnolenza.

Le proteine aiutano a diminuire la sonnolenza

Per evitare la legittima voglia di schiacciare un pisolino, basterà prestare attenzione al cibo che viene ingerito. Un altro alimento complice della necessità di dormire riguarda l’assunzione delle proteine. A contenere questa biomolecola formata da amminoacidi sono le carni, le uova, i pesci e i legumi. Oltre alla corretta quantità delle proteine, bisognerà evitare di bere anche un solo bicchiere di vino a cui andrà necessariamente preferita l’acqua: ogni pasto che si rispetti dovrà essere accompagnato dai quattro ai sei bicchieri.

Altri alimenti in grado di aiutare

L’acqua, però, non è l’unica alleata: accompagnare la stessa da tè verde o nero non solo permette alla persona di dissetarsi, ma le consente anche di apportare un numero importante di antiossidanti, sempre utili per contrastare anche l’invecchiamento della pelle e una generale stanchezza psico-fisica.

Un pasto accompagnato dalle corrette quantità di pasta con verdure o di riso agli aromi, accompagnati sempre da verdure cotte e crude e da carne magra, oltre ad evitare la sonnolenza permetterò di riscontrare delle migliorie anche fisiche, permettendo di ridurre la cellulite e la ritenzione idrica e le infezioni di qualsiasi genere.




Potrebbe anche interessarti

dieta
Capodanno, cosa cucinare per rendere il cenone light

Le festività di dicembre sono così: non si fa in tempo ad aver terminato con…

dimagrire dopo le feste
Dieta dopo le feste natalizie, come depurarsi

Le grandi abbuffate dell’appena terminato Natale sembrano già essere un lontano ricordo, se non fosse…

dieta per dimagrire
Trucchi per dimagrire in fretta e in salute

Con l’imminente arrivo dell’anno nuovo nella lista dei buoni propositi, proprio a fianco dell’iscrizione in…